Ipercorpo17 Naphta

Ipercorpo 2017: si aggiunge un “patrimonio” alla città

Si sono spente lo scorso 28 maggio le luci sul festival Ipercorpo, quest’anno intitolato “Patrimonio”, si riaccenderanno con la sessione autunnale del festival, un inedito.
Un percorso fra i “patrimoni” del territorio messi in relazione con le esperienze nazionali e internazionali: patrimoni artistici, architetturali, relazionali e umani.
Per 4 giorni (da giovedì 25 a domenica 28 maggio) sono state presentate decine di opere teatrali, performance, installazioni sonore ed esperienziali che hanno incontrato l’interesse dei numerosissimi spettatori (più di 1100 i biglietti staccati), inoltre sono arrivati a Forlì operatori culturali e teatrali provenienti da Spagna, Belgio, Slovenia, Croazia, Estonia, Polonia e Ungheria oltre a un osservatore della Commissione Danza del Ministero dello Spettacolo, una consulente di Altofest di Napoli e io direttore artistico Coorpi di Torino.
“ L’edizione di quest’anno– dichiara Claudio Angelini, direttore di Ipercorpo – ancora più che in passato, ci conferma che il “nostro” festival risponde a un’esigenza politica dei nostri tempi: abbiamo fatto una chiamata a tutti quegli artisti, intellettuali, esperti e cittadini che si interrogano su quanto è ancora possibile l’agire “politico” nella società contemporanea. La risposta che abbiamo avuto, e che chi ha partecipato ha potuto vedere coi propri occhi, è che interrogarsi sul bene comune attraverso l’arte è non solo possibile ma illumina una chiara via dell’agire”.
Ipercorpo prosegue idealmente dopo l’estate con alcuni appuntamenti che vedranno ospiti intellettuali e giornalisti che indagano i concetti di patrimonio e bene comune.
Ipercorpo è stato realizzato in collaborazione e con il contributo di MIBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Emilia-Romagna, Comune di Forlì, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, ATR-società consortile a.r.l. Da 12 anni insieme a:
 Mondo del Vino/Poderi dal Nespoli
, In collaborazione con: Teatro Diego Fabbri-Stagione Contemporaneo, ATRIUM-Rotta culturale europea, Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A.
, Relazioni Internazionali-Comune di Forlì e Diagonal Loft Club. Partner Tecnici: Hotel utive

Cerca